9 Maggio 2021 · 10:02
18.1 C
Firenze

Vlahovic: “Ho una voglia incredibile di rinnovare e di restare alla Fiorentina. Voglio giocare con la primavera contro la Juventus”

Protagonista oggi di una doppietta contro la Sampdoria, l’attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic ha commentato così il 5-1 ottenuto oggi a Genova: “Questa vittoria vale tanto e penso debba essere una spinta per il futuro”.

Sul rigore: “Non ho mai paura, perché ho tirato forte in modo che il portiere non potesse parare. Una dedica? Per la mia famiglia, la società e i tifosi. Gol fuori casa? A parte le statistiche, non c’è cosa più bella che quando segni al Franchi.

Su Chiesa: “Giocatore e persona ottima, è sempre un piacere giocare insieme a lui”.

Su Marassi: “Non è mai facile giocare qui, abbiamo avuto fortuna ma abbiamo continuato a fare le cose che il mister ci ha chiesto. I gol? Avevo una voglia incredibile di portare la palla a casa, ma non è importante chi segna: è importante chi vince. Io titolare? È il mister che decide, io devo dare il mio meglio e sono sempre a disposizione. Devo essere più bravo ogni giorno”.

Sul rinnovo: “Ho una voglia incredibile di stare qui, mi trovo benissimo. Firenze è una città incredibile con un’energia e un affetto incredibile”.

Sulla Primavera: “Sono molto legato a loro, gli auguro tutto il meglio. Se la prima squadra me lo lascia fare, posso andare ad aiutarli perché devono assolutamente per passare il turno di Coppa Italia contro la Juve”

Tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Inter senza soldi, proprietà taglia stipendi ma i calciatori non ci stanno. Spogliatoio in subbuglio

La prossima settimana l'Inter avvierà i colloqui per i tagli agli stipendi dei calciatori nerazzurri. A comunicare domani alla squadra la nuova politica sarà...

Gazzetta, Vlahovic meraviglioso. Adesso tocca a Commisso rinnovare il contratto a lui e Ribery

Come si scrive la Gazzetta dello Sport, decide Vlahovic. Ancora lui. Un Duemila che tra poche settimane diventerà uno dei calciatori più corteggiati del...

CALENDARIO