Il tecnico della nazionale italiana, Giampiero Ventura, parla dal ritiro di Coverciano: “Se i Bernardeschi e i Pellegrini fossero rimasti dove erano avrebbero giocato di più, ma facendo certo scelte hanno pensato prima di tutto alle cose loro, la Nazionale non è al primo posto in un discorso di trattativa”. Gian Piero Ventura non nasconde la preoccupazione per il fatto che molti giovani abbiano giocato poco o nulla in questo inizio di stagione. Ciò nonostante li ha convocati lo stesso, idem l’atalantino Spinazzola al centro di un caso di mercato. “Sarebbe meglio che chi convoco giocasse sempre – dice il ct della Nazionale – Ma nelle mie scelte attuali ha pesato che siamo all’inizio. Fossimo stati a stagione inoltrata avrei fatto altre verifiche anche perché ci sono tanti giovani che scalpitano e in caso di conferma possono arrivare qui, ma alla vigilia di due sfide importantissime come quelle con Spagna e Israele conta la continuità del gruppo. Dovevo ripartire da quello di giugno: tranne Scuffet che è in Under 21 ed è stato sostituito da Perin, ci sono gli stessi di Udine”.

Fonte: Ansa

Comments

comments