L’idea c’è, durante la settimana Pioli proverà a capire la quota di affidabilità di un centrocampo a tre formato da Benassi, Veretout e Saponara. L’ex trequartista dell’Empoli si è dichiarato disponibile a giocare mezz’ala, non un caso, forse, considerato che negli ultimi allenamenti è stato provato da Pioli proprio in quella posizione. In cuor suo preferirebbe probabilmente ritrovare confidenza con il mestiere di trequartista, la sua vera inclinazione: ma siccome il modulo è cambiato (dal 4-2-3-1 al 4-3-3) il ritorno in squadra da titolare può passare per un adattamento. Poi si vedrà. L’importante è che Saponara – utilizzato in questa stagione poco più di mezz’ora nella partita persa a Verona contro il Chievo – abbia finalmente superato i problemi fisici che lo hanno tenuto in periferia. Mezz’ala solo una volta (con il Milan di Inzaghi contro il Palermo), Saponara si sta immergendo nelle esigenze di un ruolo certamente più completo rispetto a quello del trequartista. Saranno eventualmente i progressi sul campo di Saponara a indirizzare Pioli verso una retromarcia, cioè il ritorno all’assetto con il trequartista (4-2-3-1, il modulo provato fin dall’inizio a Moena e poi temporaneamente abbandonato).

A scriverlo è il quotidiano La Nazione

Comments

comments