Di Stefano Borgi

Prima uscita stagionale 2019-2020 per la nuova Fiorentina di Rocco Commisso. Avversario il Galatasaray di un grande ex: Fatih Terim.

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Biraghi, Ranieri, Milenkovic, Lirola; Badelj, Benassi, Castrovilli; Boateng, Sottil, Montiel. All: Vincenzo Montella. Nella ripresa sono entrati: Pulgar, Simeone, Cristoforo, Pezzella, Venuti, Chiesa, Zurkowski, Vlahovic, Terzic. 90 minuti invece per Dragowski e Ranieri.

GALATASARAY (4-3-3): Muslera; Marcos, Belhanda, Linnes, Nagatomo; Seri, Donk, Durmaz, Feghouli, Diagne. All: Fatih Terim.

TOP: SOTTIL 7,5  Il gol vale il prezzo del biglietto: tecnica, coraggio e precisione… C’è tutto. Poi si prende il rigore del vantaggio, affonda come una lama nella difesa avversaria, insomma… Non siamo al livello del miglior Chiesa, ma la strada è quella.

BOATENG 7  Il signor Satta inaugura la stagione col primo gol al Franchi (seppur su rigore). Pochi minuti dopo è ancora decisivo con l’assist volante per Sottil. Sopratutto il Boa approccia la partita con la giusta mentalità, costringe Marcos all’ammonizione, mette fisicità ed esperienza al servizio della squadra. Insomma dal Nou Camp ad un Franchi semivuoto… non era facile.

MONTIEL: 6,5  Sarà il fisico, il piede mancino, sarà la fantasia oppure… la nostalgia, ma il maiorchino somiglia sempre di più a Robbiati. Alle prossime riprove.

BADELJ: 6,5  Forse la desuetudine a godere di un regista lo premia oltre modo, però la calma, le geometrie, il GPS che il croato ha nella testa e nei piedi… ci mancavano moltissimo.

FLOP: DRAGOWSKI 5  Meno male è calcio d’agosto, perchè una papera simile abbatterebbe un elefante. Ma siamo sicuri che il vero Drago non si sia fermato ad Empoli?