Bernardeschi da una parte. E dall’altra? Pantaleo Corvino vuole chiudere in fretta per un attaccante di fascia. Svanito Giaccherini, il d.s. viola ha due nomi in testa: Cristian Tello e Adem Ljajic. Caratteristiche diverse ma entrambi graditi a Sousa. Un duello che vede, al momento, favorito l’esterno del Barcellona. Diciamo: 80% Tello, 20% Ljajic. L’incontro previsto per oggi a Moena tra il d.s. e il tecnico avrà come uno dei temi all’ordine del giorno proprio l’analisi relativa all’attaccante esterno. Da sabato Corvino andrà all’assalto di uno dei due.

Tell favorito. Il talento spagnolo ha rifiutato il corteggiamento dello Swansea e, soprattutto, del Liverpool. Lui vuole tornare in Italia. La Fiorentina non ha esercitato il riscatto diretto del giocatore che ora si sta allenando con il Barça. I viola vorrebbero Tello ancora in prestito senza nessun obbligo di riscatto; i catalani invece pretendono di incassare i 6 milioni previsti dal vecchio accordo. Corvino chiederà uno sconto sul cartellino (da 6 a 4) con pagamento spostato al 30 giugno 2017. Ma è disposto anche a un piccolo rilancio pur di chiudere per quello che considera un titolare anche per il futuro.

L’alternativa. Anche Ljajic è un pupillo di Pantaleo. È stato lui a portarlo a Firenze. In più i buoni rapporti con il procuratore Ramadani consentono alla società viola di avere un corridoio privilegiato. Il serbo poi può interpretare diversi ruoli. Ma i 7 milioni richiesti dalla Roma sono un muro insuperabile, la Fiorentina può arrivare ai soliti 4-5. Ljajic è disposto ad aspettare qualche giorno prima di valutare le offerte che sono.
Luca Calamai – La Gazzetta dello Sport

Comments

comments