Sousa: “Non piaccio? A Firenze ho lasciato arte. Resto in Italia se posso, in stagione è successo che…”

0
739

Paulo Sousa, ex allenatore della Fiorentina, ha rilasciato una lunga intervista a Sport Week. Eccone un estratto: “Firenze non mi ha capito? So di non poter piacere a tutti, non ce l’ha fatta neanche Gesù. Però fa piacere vedere riconosciuti gli sforzi. Dal 2008 ho cambiato molte squadre? Ho voluto solo gettare le basi della mia carriera: sono partito dalla serie B inglese per passare in Ungheria, in Svizzera, fino ad arrivare alla serie A italiana. Adesso intendo rimanere in Italia, Mourinho ha detto che questo campionato è il più difficile tatticamente, per questo è così stimolante. Voglio restare qui se possibile. Cosa è successo alla mia Fiorentina? Penso di aver lavorato bene a Firenze, sono riuscito a far crescere i miei giocatori: per me il giocatore è un processo di crescita, non un progetto. Ho dato ai miei ragazzi la gioia di venire ad allenarsi con la consapevolezza di poter competere ad alti livelli e in una città che fa della cultura e della bellezza un vanto, ho lasciato un po’ di arte anch’io. Principalmente nei miei giocatori”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui