Sousa: “Bernardeschi domani non gioca, la squadra deve ripartire subito. Non mi dimetterò”

La conferenza stampa di Paulo Sousa alla vigilia di Fiorentina-Torino

0
832
Firenze, stadio Artemio Franchi, 23.02.2017, Fiorentina-Borussia, Foto Fiorenzo Sernacchioli. Copyright Labaroviola.com. Paulo Sousa

Queste le dichiarazioni di mister Paulo Sousa rilasciate in conferenza stampa nel giorno di viglia del Monday night, Fiorentina-Torino.

Cosa è arrivato dalla contestazione odierna? Per domani serve carattere?
“Credo che la squadra sia cresciuta di personalità, nei momenti difficili dobbiamo continuare a crescere e dobbiamo farlo da domani.”

Corvino si è scusato con i tifosi, è veramente solo colpa della mancanza di un difensore?
“Ho la mia analisi interna, vincendo o perdendo sono diversi i fattori che condizionano un risultato”.

Senti la fiducia della società fino alla fine della stagione?
“Sono ancora l’allenatore della Fiorentina, cerchiamo di fare il nostro meglio. Dobbiamo oltrepassare il nostro momento di difficoltà, dobbiamo unirci e non fratturarci.”

Ha mai pensato di dimettersi?
“Io amo allenare, non penserei mai di dimettermi specie in un momento di difficoltà”.

Qual’è stata la reazione della squadra alla contestazione?
“Il gruppo è molto deluso insieme a me e ai nostri tifosi. Dobbiamo onorare la maglia come cerchiamo di farlo sempre. Sono professionisti e cercheremo di giocare domani senza nessun limite per cercare la vittoria.”

Temi una ricaduta psicologica dopo la sconfitta contro il Borussia?

“Cerco di educare i miei ragazzi nel sostituire la paura con ambizione e coraggio. Se hai paura non riesci a venire fuori dalle difficoltà. Serve ambizione e consapevolezza di ciò che siamo per vincere le partite”.

Gonzalo ha dichiarato che non riusciva a spiegarsi la dura sconfitta di Giovedì…
“Oggi abbiamo preparato la partita di domani, la gara è vicina.”

E’ il momento più delicato della tua carriera da allenatore?
“Conosco sempre meglio la piazza, è il mio momento più duro”.

Teme una caratteristica particolare del Torino? Vi sono altri indisponibili oltre Milic e Dragowski?
“Bernardeschi sarà out per domani. Milic si sta allenando e sarà disponibile. Il Torino ha un blocco intenso difensivo con qualità per ripartire nelle transizioni. Ha grandi individualità”.

Saponara Giovedì era in tribuna, perchè?
“Riccardo si sta allenando al 100%, è stata una scelta tecnica. Niente di più”.

Gabriele Caldieron

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui