3 Marzo 2021 · 19:33
13.7 C
Firenze

Sorride la Fiorentina, le Lega ha dato il permesso per tenere la fascia di Astori. Le telefonate di Cognigni e Nardella

Alla fine ha vinto il buon senso. La fascia di capitano con le iniziali di Davide Astori e il suo inseparabile numero tredici continuerà a stringere il braccio di German Pezzella. La Lega Calcio si è convinta a concedere una deroga alla Fiorentina che quindi potrà continuare ad utilizzare quella fascia senza incorrere in sanzioni del giudice sportivo.

Il punto di svolta si è registrato nella tarda mattinata di ieri. La società viola e la Lega, nelle figure del presidente esecutivo Mario Cognigni e del numero uno Gaetano Miccichè, hanno avuto un nuovo contatto. È stato quello decisivo che ha portato alla soluzione. L’input è arrivato da Andrea Della Valle che ha chiesto al suo dirigente di fiducia di sbrogliare il caso.

Contemporaneamente, anche il sindaco Dario Nardella ha parlato del caso con Micciché, ricordandogli come Astori fosse «un grande calciatore e un grande uomo» e auspicando una soluzione condivisa.

Cogngini ha ribadito la posizione della società: la fascia indossata da Pezzella ha un valore simbolico e non contiene messaggi che potrebbero minare la sensibilità di qualcuno. Il significato è di sensibilità e memoria.

E il messaggio è arrivato chiaro proprio a tutti «Massimo rispetto per il sentimento» dei giocatori e dei tifosi della Fiorentina, ha commentato il dg della Juventus, Marotta, «è giusto che ci sia, però c’è un regolamento, ne parleremo nel consiglio del 12 settembre».

La decisione sarà ufficializzata e motivata mercoledì all’assemblea di Lega a Milano, se non prima. Il caso dunque ha trovato il suo epilogo che lascia soddisfatta la società dei fratelli Della Valle che, per difendere il proprio obiettivo, non dovrà ricorrere ad uno scontro diplomatico con la Lega. I giocatori Biraghi e Ceccherini nei giorni scorsi si erano fatti portavoce del gruppo, disposti a pagare un’eventuale multa. Da qualche settimana nello spogliatoio circolava l’idea di dividersi la spesa dell’eventuale sanzione. Ma il pericolo sembra ormai scongiurato. La vicenda si è protratta per qualche giorno, ha smosso l’opinione pubblica e ha superato i confini nazionali.

Ieri anche la Bild, autorevole quotidiano tedesco, ha dato spazio al caso titolando sulla «follia» delle multe per punire chi non dovesse indossare la fascia standard. Il giornale si è chiesto il motivo per cui fosse nata, sottolineando con durezza che in Italia ci sono aspetti del calcio maggiormente bisognosi di attenzione. La stessa domanda in realtà se la sono posta in molti anche da noi.
L’ipotesi che si è fatta largo nelle ultime oreèche di mezzo ci possa essere una campagna di marketing pubblicitario: il modello standard potrebbe essere utilizzato prima di ospitare il simbolo di un nuovo accordo commerciale.

Si vedrà se effettivamente sarà così, per ora sono solo voci. A questo punto però anche i due dissidenti Gomez e De Rossi dovranno adeguarsi alla novità imposta dalla Lega che adesso, dopo tre turni di tolleranza, è intenzionata a punire chi non seguirà il dispositivo.

Nell’assemblea di Lega di mercoledì si parlerà anche di questo. Ci sarà anche la Fiorentina che ha già ottenuto di poter onorare la memoria del suo capitano.

Corriere fiorentino

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Juan Jesus assente con la viola per un contatto con un positivo al Covid-19

Secondo Sky Sport il difensore centrale e terzino brasiliano, Juan Jesus, è tornato nella Capitale a causa di un contatto diretto con un positivo...

Nardella: “Abbiamo chiesto il Recovery Found per la lo stadio Franchi”

Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha rilasciato un'intervista su TGCOM 24 e è intervenuto sulla questione stadio della Fiorentina. Ecco le sue parole: "Noi...

CALENDARIO