Nestor Sensini, ex difensore dell’Udinese, ha parlato della sfida alla viola ai microfoni di Radio Bruno: “L’ho giocata tante volte contro la Viola di Batistuta, con cui sono amico. Batistuta? Era difficile da fermare in campo, una delle punte più difficili da marcare per tutti i difensori. Con Baiano e Rui Costa la Fiorentina era una grossa squadra. Sto seguendo l’Udinese, è un anno particolare per loro, non sono ancora riusciti a ritrovare il gioco che permetta di avere risultati consecutivi. Non è il loro miglior anno”.

“La Fiorentina la guardo perché c’e Simeone, mi sembra una squadra in divenire, una squadra che dopo aver abituato ad un certo gioco, ora ha cambiato molto. Simeone mi piace molto, è una punta a cui non piace mai perdere, dà sempre il massimo e cerca sempre il gol. L’ho Seguito al River e in nazionale. È da poco che è in Italia e sta facendo molto bene. Deve trovare la sua miglior versione. Pezzella è un giocatore veloce, che conosco molto bene. Farà benissimo, ha grande elevazione e conosce il calcio europeo.

Comments

comments