Mario Sconcerti è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno: “La situazione è al limite del sostenibile”.

Prosegue sulla proprietà: “Non ho ancora fatto tramontare l’idea che i Della Valle siano una risorsa per Firenze. Sono stati fatti molti errori: la squadra è fragile e leggera”.

E sul direttore generale dell’area tecnica: “Il limite di Corvino è che non ha fatto il salto di qualità dal punto di vista tecnico: fa un mercato da Lecce, senza giocatori compiuti”.

Conclude sugli scenari futuri: “Il punto di non ritorno sarà quando arriveranno degli acquirenti. La malattia vera è questa gestione fantasmatica, una gestione societaria è fatta di sentimenti. La sciocchezza di Firenze era lamentarsi quando eravamo quarti o quinti”.

Comments

comments