I problemi della Fiorentina non sono in difesa, viola come Chelsea e Barcellona

Analizziamo le squadre anche in giro per l'Europa, la Fiorentina non ha di certo problemi di gol subiti e di sconfitte

0
273
Firenze, stadio Artemio Franchi, 18.09.2016, Fiorentina-Roma, Foto Fiorenzo Sernacchioli. Copyright Labaroviola.com

Nonostante le polemiche e l’aria di crisi che si respira,la Fiorentina si può consolare e invertire queste voci basandosi sulle statistiche: è la squadra meno battuta in Italia insieme alla Juventus, con due sole sconfitte. Dietro ha la Roma con 3 ko, il Napoli a 4 e l’Inter addirittura 8. Secondo i dati Opta, la percentuale di sconfitte è del 12,5, parecchio distante c’è il Milan (23%, 3 sconfitte) e il 50% interista.

Questo primato è ancora più importante considerando cosa sta accadendo in giro per l’Europa. In Premier il Chelsea ha perso quanto la Fiorentina (e i Blues non giocano le coppe) e lo stesso vale per l’Atletico Madrid, per il Barcellona e per il Manchester City. Delle squadre che giocano i grandi campionato europei, l’unica imbattuta è il Real Madrid, mentre il Bayern Monaco e il Tottenham hanno subìto un ko in coppa.

Prendendo in considerazione squadre simili alla Fiorentina per ambizioni e budget: il Bilbao è già a quota 4 sconfitte, così come il Leverkusen. Lo United a 5, di cui 2 in coppa. L’exploit più bello spetta al Lipsia, la squadra dell’ex viola Compper, senza macchia e prima in classifica in Germania.

La Fiorentina, per ora, ha subìto 11 gol, solo due in più della Juventus. Grazie alla crescita di Astori, al rendimento di gregari come Tomovic e Salcedo che, insieme a Gonzalo (non ancora al meglio), formano un reparto. Al di là dei singoli, però, Sousa sta lavorando per rinforzare la fase difensiva. Vuole pressing e compattezza. E’ chiaro che per uscire dalla mediocrità serve uscire dalla pareggite.

Questo è quanto riporta il Corriere Fiorentino oggi in edicola.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.