Nel corso della conferenza stampa di presentazione di Cutrone ha parlato del mercato il direttore sportivo della Fiorentina Daniele Pradè, questa le sue parole:

“Gli acquisti che faremo saranno acquisti funzionali che andranno oltre giugno. E’ importante l’attualità ma anche ciò che accadrà dopo luglio. Se il lavoro è stato fatto in estate è stato fatto in fretta, adesso con un anno di tempo, dopo sei mesi è giusto vedere anche cosa potremo fare anche per il futuro. E’ la giusta programmazione. Non faremo prestiti di sei mesi. Io criticato? Giusto che sia così, la critica costruttiva è un modo per crescere. Io ho sempre spiegato le mie scelte e gli errori sono umani. Non bisogna rivendicare niente perché il percorso è lungo. I calciatori che hanno segnato il secondo gol di ieri, sono due giocatori su cui abbiamo creduto e puntato in estate. I miglioramenti si fanno giorno dopo giorno, capendo dove sei. L’impatto con Firenze è un impatto difficile per tutti. E’ una piazza meravigliosa ma allo stesso tempo, per un calciatore, può essere difficilissima. E’ una critica molto tecnica e meno di pancia. Il tifoso fiorentino entra nella situazione specifica. Tutto è un momento di crescita. Solo il tempo ci dirà come abbiamo lavorato”.