Di Gabriele Caldieron 

Queste le parole in sala stampa del direttore Daniele Pradè annunciando il rinnovo contrattuale di Gaetano Castrovilli: 

“Castrovilli risponde a tutti i requisiti che cerchiamo: forza e personalità. Gli chiediamo di rimanere umile, il contratto è per cinque anni, ci abbiamo messo un po’ ed abbiamo chiuso stamattina e ringrazio Gaetano per la disponibilità ed il suo agente Minieri. Il calcio è cambiato: dobbiamo essere contenti e sarà basato sul rendimento del giocatore… Più fa e più guadagna, Castrovilli ha fatto sette partite in Serie A.

Le cifre del rinnovo? Le basi che avete letto sono quelle, ma in base alle prestazioni può diventare ancora più importante. Non c’è clausola rescissoria. Vi racconto questo aneddoto, Russo in ritiro disse che Gaetano era forte. La parola progetto non ha un significato preciso, ma un programma per lavorare su giocatori quanto Castrovilli c’è eccome.

Benassi? Vi aggiungo che è un titolare, è forte ed è un grande professionista. Se Castrovilli vi racconta che è di aiuto vi dice tanto…

Sensazione di top club su Castrovilli? Dopo sette partite no dai… (ride ndr), ma il rinnovo da un senso di responsabilità anche al calciatore ed è gratificante per entrambi.

Quando ci siamo accorti di avere un talento? Abbiamo sentito fortemente Montella, e lui da subito ci ha detto che era pronto per la Serie A e ci ha dato forza e fiducia. Le sue prestazioni nel pre stagione ci hanno convinto ed è li che abbiamo capito.

Aneddoto su Gaetano? Gli ho detto che se continuava a fare così l’ho autorizzato a scrivere su Instagram a mia nipote che è carina (ride ndr)”.