Pioli è il nome in pole position per sostituire Marco Giampaolo per diversi motivi. Innanzitutto guadagna poco più di un milione a stagione, cifra che Elliott è disposto a pagare per un allenatore. Poi anche perché ha già centrato la qualificazione in Champions League con la Lazio nel 2015 e ha già allenato a Milano, sponda nerazzurra (e quindi sa gestire certi tipi di pressione). Inoltre, è in grado di saper gestire diversi moduli, dal 4-3-3 (modulo più utilizzato) al 4-3-1-2 e il 4-2-3-1.

La pista Spalletti è più complicata perché il tecnico toscano ha un contratto con l’Inter fino al 2021 a 4.5 milioni a stagione. Al Milan, infatti dovrebbe anche abbassare le pretese economiche e ridurre di molto il proprio ingaggio. Anche Rudi Garcia sembra non rientrare nei piani di Elliott: il francese al Marsiglia aveva un contratto da sei milioni a stagione, difficili che accetti una cifra inferiore per allenare il Milan.

Milan News