20 Settembre 2021 · 15:51
23.8 C
Firenze

Pioli: “L’attacco male per colpa della squadra. Non siamo ancora al livello di Roma e Napoli”

Stefano Pioli ha analizzato il pari della Fiorentina sul campo del Torino ai microfoni di Sky Sport:

“Il vantaggio era stato costruito con tanti giocatori nell’area avversaria. Abbiamo vinto pochi duelli e in costruzione non abbiamo passato la loro pressione. Nella ripresa abbiamo fatto meglio, non facendo una gara pulita dal punto di vista tecnico caratterialmente abbiamo fatto molto bene, contro un avversario che ci ha creato difficoltà.

Abbiamo lottato, abbiamo messo le cose a posto nel secondo tempo creando anche alcune occasione. Il tridente del primo tempo è stato messo in difficoltà dalla prova della squadra, bisognava avere un baricentro più alto per mettere i nostri giocatori brevilinei in condizioni di fare bene. Il cambio è stato dovuto anche a questioni tattiche, le scalate erano un po’ in ritardo su entrambi i fronti quindi ho preferito difendere a cinque.

Vero che Veretout lo scorso anno ha fatto nove gol, ma sei su palla inattiva. Tutti i numeri delle sue partite sono in crescita, ha diminuito le conclusioni verso la porta giocando in una posizione più bassa, anche se abbiamo giocato spesso con i due centrocampisti. Credo che il problema non sia la sua prova, giocatori come Benassi o Dabo devono darci qualcosa di più. Da quel punto di vista dobbiamo fare meglio, oggi bisogna dare i giusti meriti ai nostri avversari, con qualche demerito nostro.

Lavorando con una squadra giovane avremo la possibilità di fare meglio. Stasera ho provato situazioni nuove, nelle ultime prestazioni il tridente ha funzionato molto dalla parte di Chiesa e poco da altre parti. Stiamo cercando nuove situazioni, non possiamo avere un unico riferimento, più soluzioni abbiamo più difficoltà creiamo agli avversari e più la nostra manovra potrà essere imprevedibile ed efficace.

L’obiettivo di inizio stagione è quello di far crescere i ragazzi, molti stanno diventando giocatori di alto livello, e provare a migliorare la posizione dello scorso anno. I paragoni rispetto alla scorsa stagione andrebbero più analizzati, abbiamo perso tre partite ma contro grandi squadre, e forse non siamo ancora pronti per giocarcela con queste squadre.

Quando abbiamo trovato buone formazioni i risultati non sono mancati. Sono cambiati tanti giocatori, dobbiamo passare da queste serate difficili, ma secondo me la crescita c’è. Non abbiamo ancora vinto in trasferta, ma se si mettono sul piatto le cinque trasferte sono avversari forti, qui hanno vinto solo Roma e Napoli, noi non siamo Roma e Napoli. Bisognerà vedere alla fine che crescita saremo riusciti ad ottenere”.

 

Tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO