Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della partita contro l’Atalanta, queste le sue parole:

“Le due squadre si conoscono bene. Con l’Atalanta ci stiamo affrontando con continuità. Le due squadre stanno cercando di privilegiare la fase offensiva. Mi aspetto una partita con tante emozione, entusiasmante, con le due squadre che cercheranno di vincerla. Sia noi che l’Atalanta abbiamo la stessa filosofia. Son partite importanti per il campionato. Siamo vicini a loro, vincere significherebbe tanto.

Veniamo da due partite dispendioso dal punto di vista fisico che mentale. La squadra sta bene. Il fatto di essere giovani ci aiuta a recuperare. Inevitabile per tutti pagare un po’ la terza partita, per questo qualche cambio ci sarà. L’importante è essere pronti dal punto di vista mentale e sapere che tipo di gara si vuole fare e sapere che l’altra sera è stata una partita con tanti capovolgimenti di fronte. Interpretare bene le transizioni sarà sia in positivo che negativo molto importante. Il pubblico? L’altra sera uno spettacolo dei tifosi. Entusiasmante, caloroso che ci ha sostenuto.

Bello vedere che gli sforzi della squadra sono riconosciuti dal pubblico. Ancora non abbiamo fatto niente, abbiamo ancora tanti obiettivi. In campionato ci aspettano 4 -5 partite molte importanti per il nostro futuro. E’ il momento di spingere e provare a recuperare posizioni. I nostri avversari sono forti ma abbiamo dimostrato di avere delle qualità. Dobbiamo insistere e provare a portare a casa prestazioni e risultati positivi. La presenza di Astori? Una cosa particolare che solo chi è all’interno del nostro lavoro può capire. Ci manca tanto ma è con noi. Sentiamo la sua presenza. E’ un punto di riferimento per tutto quello che facciamo.

Ci ha lasciato un esempio di serenità, lealtà e rispetto che mi auguro venga portato avanti e sia sempre così, andare allo stadio con entusiasmo, con la voglia di tifare per i propri giocatori e la propria maglietta ma sempre con il rispetto e la serenità che ci ha lasciato Davide. Il ricordo a lui è dovuto. Bello vedere gli attestati di stima di chi lo ha conosciuto e nel giudicare lo spessore della sua persona. Settimana impegnativa anche da quel punto di vista. Lunedì andremo a San Pellegrini a trovare Davide. Settimana che ci vede coinvolti in tante cose”