Come trasformare la Fiorentina dei ragazzini terribili in una squadra più cinica, meno dispendiosa, più capace di rastrellare punti? La Fiorentina corre, fa pressione, ma arriva alla trequarti e non sa ancora decidere come fare gol con Simeone che non sta fermo un secondo ma resta sempre in attesa del pallone. Chiesa idem, sprinta e cerca sempre di arrivare in area, ha pure lui un buon tocco e indiscutibile generosità Entrambi eccedono in disponibilità generale, ma allora perché non sfruttarla in stile Napoli, con le debite proporzioni?

La squadra di Sarri ha qualità straordinarie che la piccola Fiorentina non possiede, ma la scelta tattica potrebbe essere proprio quella. Senza Kalinic e con Babacar relegato stabilmente in panchina non si può insistere con i cross dalle fasce, e allora spazio a quote più consone per questa squadra: la palla a terra. Serve aumentare la velocità, ma anche la circolazione del pallone: meno possesso, meno individualità, più rapidità e pochi tocchi: così Pioli può tracciare la strada della nuova Fiorentina.

 

Corriere dello Sport Stadio

 

Comments

comments