18 Gennaio 2022 · 04:11
6.1 C
Firenze

PAGELLE VIOLA: URAGANO VLAHOVIC, CHIESA E LIROLA DEVASTANTI, DUNCAN BUONA LA PRIMA. BADELJ INGENUO…

di Stefano Borgi

DRAGOWSKI: 7  Sulla testata di Tonelli fa un vero e proprio miracolo. Bene anche su Quagliarella ad inizio ripresa. Tiene in piedi la partita al momento giusto. Pronto.

MILENKOVIC: 7  Ha il merito (e la personalità) di impostare l’azione del vantaggio. Su Quagliarella soffre il giusto, e non è poco. Concreto.

PEZZELLA: 6  Luci ed ombre per il capitano: si prende il secondo rigore, chiude bene in un paio di occasioni, ma frana troppe volte sugli avversari. Forse per poca serenità. Comunque la porta a casa.

CACERES: 6,5  Sbaglia pochissimo, anche se su Gabbiadini resta a guardare. Esperto.

LIROLA: 7,5 Due chiusure (decisive) nei primi 10 minuti lo promuovono in fase difensiva. Nella ripresa fa a fette la difesa doriana e si conferma lucido sulle diagonali. Completo.

DUNCAN: 6,5  Sbaglia qualche appoggio di troppo, sopratutto all’inizio (forse paga la desuetudine all’impegno agonistico). Poi si ripiglia, tratta bene il pallone, usa bene il corpo, unisce qualità e quantità. Insomma… buona la prima. (dal 70′ BENASSI): S.V.

BADELJ: 5,5 Sulla prima ammonizione niente da dire (fallo di frustrazione dopo un controllo sbagliato). La seconda, invece, è totalmente gratuita… e lo penalizza oltremodo. Espulso.

CASTROVILLI: 6  Meno preciso e brillante di altre volte, innesca il primo rigore con una scucchiaiata delle sue. E strappa la sufficienza. (dal 67′ PULGAR): S.V.

DALBERT: 6,5  Buona partita difensiva, davanti propizia la doppietta di Vlahovic. Rapido.

CHIESA: 7,5  Freddo e preciso sul rigore del 3-0. Poi prende due pali e firma da par suo la cinquina. Ritrovato. (dal 78′ GHEZZAL): S.V.

VLAHOVIC: 8  Forse poteva risparmiarsi l’esultanza sotto la curva, però… costruisce l’autorete di Thorsby, realizza il rigore del raddoppio (con un pò di fortuna…), firma il poker finale. E poi è bravo a non rispondere alle provocazioni dei doriani. Match-winner.

GIUSEPPE IACHINI: 7  Cambia due terzi del centrocampo, mostrando un insolito coraggio. Forse poteva operare dei cambi più futuribili (Cutrone, Agudelo), ma sono dettagli… Fortunato.

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO