27 Novembre 2021 · 04:35
10.8 C
Firenze

PAGELLE VIOLA: CASTROVILLI MVP, OK BIRAGHI E BONAVENTURA

Castrovilli con la sua “10” regala i primi tre punti alla Fiorentina

Di Gabriele Caldieron 

DRAGOWSKI: 6, al 21’ si oppone a Berenguer che aveva calciato da distanza ravvicinata. Da sicurezza.

MILENKOVIC: 6, Belotti e Zaza non creano grandi problemi ma non si fa cogliere impreparato.

CECCHERINI: 6, mestierante, ordinato. Utilissimo negli scampoli di gara finali.

CACERES: 6, chiude un contropiede nella ripresa con merito. Solido. 

CHIESA: 6.5, liscia il tap-in sulla grande parata di Sirigu, buono un guizzo al 70’ ma conclude molto male. Suo l’assist per il vantaggio di Castrovilli dove sfrutta al meglio le sue caratteristiche innalzando la sua prestazione. (Dal 83’ LIROLA: 6, suo un bel cross per Cutrone). 

CASTROVILLI: 7, partita senza infamia e senza lode fino al 78’ quando si fa trovare pronto sotto porta trovando il primo gol stagionale della Fiorentina ed è un gol pesantissimo. 

DUNCAN: 5.5, la posizione di regista non è la sua. Vengono così evidenziati i suoi limiti tecnici. Cresce un po’ alla distanza.

BONAVENTURA: 6, a corrente alternata, ma in fase di palleggio è ordinato. Utile anche nelle coperture. (Dal 78’ BORJA VALERO: 6, esperienza nel finale) 

BIRAGHI: 6.5, meraviglioso l’assist non sfruttato per Kouame al 18’, ancor più ghiotto quello al 46’. Distratto al 82’ quando perde palla su Lukic. (Dal 88’ VENUTI: s.v.). 

RIBERY: 6, ingenuo al 60’ nel battere una punizione che stava per propiziare il vantaggio granata. Impossibile contestare la sua tecnica e grinta. (Dal 78’ VLAHOVIC: s.v.)

KOUAME: 6.5, non trova la porta al 18’ di testa con un gran cross di Biraghi sovrastando N’Koulou. È un gol sbagliato. Al 42’ impatta bene da distanza ravvicinata, sempre di testa, ma Sirigu è bravo a respingere. Al 46’ altro cross di Biraghi, Kouame sale in cielo ma Sirigu in modo fenomenale respinge. (Dal 88’ CUTRONE: 6, due tiri in porta appena entrato. Bene).

IACHINI: 6.5, con il forfait di Pezzella da titolare per via della botta rimediata in amichevole, Iachini non rinuncia al 3-5-2 schierando Ceccherini anziché ricorrere al 4-3-3 con Biraghi e Lirola sugli out difensivi e Chiesa spostato più avanti. I primi cambi arrivano al 78’ e la Fiorentina trova il vantaggio (meritato) alla distanza. Squadra che crede nel modulo che pare essere un must di Iachini. Buona la prima. 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO