Il croato, che già un anno fa era stato corteggiato a lungo dal Tianjin Quanjian allenato all’epoca da Fabio Cannavaro, piace a diversi club cinesi che, di fatto, sono pronti a mettere sul tavolo delle cifre importanti sia per lui sia per il suo cartellino

La Cina torna a bussare alla porta di Nikola Kalinic. Il croato, che già un anno fa era stato corteggiato a lungo dal Tianjin Quanjian allenato all’epoca da Fabio Cannavaro, piace a diversi club cinesi che, di fatto, sono pronti a mettere sul tavolo delle cifre importanti sia per lui sia per il suo cartellino. Ma la volontà del giocatore è quella di rimanere al Milan. In estate ha fatto di tutto per lasciare la Fiorentina e vestirsi di rossonero e le tentazioni milionarie che arrivano dalla Cina non sembrano generare in lui grande emozione. Kalinic sa bene di essere in debito con il Milan e nella seconda parte di stagione vorrà dimostrare, coi gol, che Fassone e Mirabelli hanno fatto bene ad investire su di lui. Con la Cina sullo sfondo.

Tuttosport.it

Comments

comments