Ci sono pochi dubbi, è la giornata di campionato più incredibile e decisiva degli ultimi anni. La lotta scudetto, la corsa Champions, quella per l’Europa League, senza contare la bagarre salvezza.

Restiamo a noi. Dopo l’incredibile e discussa vittoria della Juventus ieri a San Siro contro l’Inter la squadra di Allegri si è riportata a più 4 sul Napoli secondo che però deve ancora giocare a Firenze. Attenzione però, la Fiorentina che sogna di centrare l’obiettivo Europa League giocherà dopo il Milan e l’Atalanta che le sono avanti in classifica rispettivamente di 3 e 4 punti.

Infatti, giocando prima della squadra viola, se queste due dovessero far risultato rispettivamente contro Bologna e Genoa, l’obiettivo Europa League per la Fiorentina sarebbe ancor più difficile perchè Pioli e compagnia andrebbero a 6 e a 7 punti dall’Europa a quattro partite dalla fine.

Ed è così che il Napoli spera che vada, per avere di fronte un avversario che a quel punto avrebbe ridotte al lumicino le speranze europee.

Stesso discorso opposto per la Juventus che spera nelle vittorie di Genoa e Bologna per dar ancor più motivazioni a Chiesa e compagni.

Opposto il destino se Milan e Atalanta dovessero perder punti. A quel punto la Fiorentina avrebbe una colossale occasione di quasi aggancio al treno Europa.

Insomma, Fiorentina-Napoli è anche una guerra di motivazioni e incroci. Alle 18 gli umori al Franchi potrebbero essere già decisivi per la partita…

 

Flavio Ognissanti