A Sky Sport José Mourinho ha commentato il battibecco avuto nel finale con i tifosi della Juventus con le tre dita mostrate verso gli spalti, a ricordare il tiplete vinto con l’Inter nel 2010: «La mia è stata una risposta ovvia ai loro cori nei miei confronti. Loro non sono innamorati di me e li capisco perché il loro momento più duro è stato il nostro triplete vinto otto anni fa e va bene così. Però con i giocatori e lo staff tecnico della Juve ho un ottimo rapporto, sono tutti super educati e cordiali. Verso di loro il mio rispetto è totale».