La Nazione, oggi in edicola, fa il punto della situazione per quanto riguarda il futuro del reparto difensivo viola che, nel corso della prossima sessione di mercato, dovrebbe subire un vero e proprio restyling.

“ll punto di domanda più grande per la difesa della Fiorentina è legato al nome del sostituto di Gonzalo Rodriguez. Nei quattro anni trascorsi a Firenze, l’argentino è diventato un leader assoluto non solo in campo, ma anche nello spogliatoio. Il ruolo di ‘capo banda’ può finire sulle spalle di Astori, ma fisicamente c’è bisogno di un centrale esperto (per non parlare del terzino destro…). L’identikit è quello di Acerbi, che a 29 anni viene da due stagioni con il Sassuolo di una spaventosa solidità. Difficile però che la Fiorentina accontenti le richieste (alte) del Sassuolo. Sicuramente il nuovo allenatore dovrà istruire e mettere rapidamente in campo Milenkovic, su cui Corvino ha investito un bel gruzzolo di euro. Il diesse viola segue sempre con interesse alto Vitor Hugo del Palmeiras, così come l’evoluzione del futuro a Napoli di Tonelli. Per la porta, il nodo da sciogliere è su Tatarusanu. Detto di Astori e considerando Sanchez un centrocampista, solo Maxi Olivera farà parte del progetto della nuova difesa. Più sì che no Salcedo (che può essere riscattato a cifre interessanti), decisamente più no che sì Tomovic, De Maio e Milic. Attenzione a Santon dell’Inter, profilo che è sempre piaciuto a Corvino”.

Fonte: La Nazione

Comments

comments