24 Settembre 2021 · 14:39
25.4 C
Firenze

Milenkovic: “Ma quale cessione, obiettivo far sorridere Firenze. L’anno scorso Higuain…”

Nikola Milenkovic è stato intervistato dal Corriere dello Sport, queste le sue parole:

“Il mio unico pensiero, al mattino quando mi alzo, è trovare il modo di migliorare. Non sono abituato a perdere tempo e credo che nella vita, a qualunque età, non si smetta mai di imparare. Quindi, quando vengo all’allenamento, o la domenica in campo, io mi concentro su come fare per dare il massimo possibile, magari anche di più, cercando di commettere sempre meno errori. Il mio motto è sempre quello di lavorare tanto e parlare poco, fa parte del mio modo di essere: sono i fatti che fanno la differenza. E Firenze e la Fiorentina meritano il massimo. Ho un contratto molto lungo, penso solo alla maglia viola”

Obiettivo?
Il nostro obiettivo è quello di tornare in Europa e non ci vogliamo arrendere, anche se la corsa per un piazzamento vede in lizza diversi club

Assenza di Pezzella?
German è il nostro capitano, un elemento fondamentale dello spogliatoio. È sempre positivo, in campo e fuori: ora tocca a noi renderlo orgoglioso

Io e Higuain l’anno scorso?
In campo metto sempre l’anima. L’ho fatto col Partizan e lo faccio qui in Italia. Io come tutti gli altri miei compagni. Nell’arco dei 90 minuti di gioco, poi, capitano anche episodi come quelli, perché l’agonismo te lo impone. Io sono una persona molto umile, però faccio valere le mie ragioni. E di campioni ne ho incrociati diversi, anche al Mondiale

Chiesa capitano troppo giovane
Assolutamente no. Ha una personalità importante, merita di essere lui l’erede di Pezzella anche perché lui, qui, alla Fiorentina, ci è cresciuto. E comunque, io sono stato un capitano più giovane di lui al Partizan (ride ndr)

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO