Maxi Olivera ha parlato alla Nazione, queste le sue parole: “Il procuratore mi disse che mi avevano richiesto alcune squadre europee e fra queste, lo scoprii dopo, anche la Fiorentina. Fui contento, per noi sudamericani il vostro calcio rappresenta un salto di qualità, in tutti i sensi. Ho scelto Firenze e non me ne sono pentito.

Sono contento, considerato l’impatto con il nuovo modo di giocare a calcio. Ho sempre giocato esterno in una difesa a 4. Mi piaceva attaccare, ma certo lo facevo con meno frequenza e in contesti meno complicati dal punto di vista tattico. In certe partite qui mi sono trovato in situazioni molto impegnative, ma ringrazio Sousa per avermi dato la possibilità di misurarmi con queste difficoltà.

Mi hanno aiutato sicuramente a crescere. Credo di avere ancora margini di miglioramento. Io chiederò sicuramente di restare qui, sono in una grande squadra e sono sicuro che potremo toglierci grandi soddisfazioni. I tifosi? Capiamo la loro contestazione, credo che l’origine di una buona parte della delusione generale dipenda dal modo in cui siamo usciti dall’Europa League. La sconfitta contro il Borussia è stata incredibile e il problema è che nemmeno noi siamo riusciti a capire quello che è successo.

Io al posto di Alonso? Lui era un super giocatore, difficile fare paragoni. Ma davvero l’esperienza mi è servita, credo di essere un giocatore più completo, spero proprio di restare qui perché in questo ambiente sento la volontà di fare bene”.

Comments

comments