20 Maggio 2024 · Ultimo aggiornamento: 19:45

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Luca Marchetti: “Italiano è l’obbiettivo più semplice per il Napoli, occhio però alla suggestione Conte”
News

Luca Marchetti: “Italiano è l’obbiettivo più semplice per il Napoli, occhio però alla suggestione Conte”

Redazione

4 Aprile · 18:08

Aggiornamento: 4 Aprile 2024 · 18:08

Condividi:

Vincenzo Italiano è uno dei grandi obbiettivi del Napoli per la panchina, però non è l'unico occhio anche ad Antonio Conte

Il Napoli ha deciso su chi puntare per la prossima stagione per cercare di far ripartire la macchina che sembra inceppata. E De Laurentiis ha voluto puntare nuovamente su un emergente. Nuovamente sì perché le scelte precedenti a Manna, quelle che hanno portato a un’apertura di cicli vincenti e virtuosi, erano stati affidati a giovani direttori sportivi. Prima Bigon, che arrivava dall’esperienza con la Reggina, poi Giuntoli, appena arrivato in Serie A con il Carpi. Ora tocca a Manna che – ironia della sorte – proprio con la Juventus e con Giuntoli ha lavorato (anzi sta lavorando) e con cui naturalmente ha un contratto. Le qualità di Manna lo hanno portato fino alla prima squadra della Juve, dopo essere passato per la Next Gen e per esperienze all’estero dove ha avuto modo di cimentarsi in prima persona con la gestione di una società. Ora un grande impegno e tanto entusiasmo. Con la consapevolezza di lavorare con Micheli (che rimarrà in società sempre alla ricerca di talenti con cui continuare ad impreziosire il Napoli) e con De Laurentiis con il quale andranno condivise scelte e strategie. A cominciare dall’allenatore. L’obiettivo più semplice è quello che è sempre stato sulla bocca di tutti: Vincenzo Italiano. Cercato a più riprese da De Laurentiis, gioca 433, dà una grande impronta e identità alle sue squadre e si è già confrontato con piazze ambiziose come quella di Firenze. Napoli rappresenta quello step in più per continuare nella crescita. Chiaramente non è l’unico perché non si può avere soltanto una strada da percorrere. La suggestione di Conte non va abbandonata del tutto: intanto per l’imprevedibilità del presidente e poi perché già in passato era stato cercato. Ha sempre giudicato la rosa di primo livello… poi ci sono i però… l’ingaggio elevato, la stessa rosa da rimodellare (non fosse altro che per la partenza e quindi la sostituzione di Osimhen) la voglia di competere per le competizioni europee. E’ evidente che Conte rappresenti l’allenatore che tutti vorrebbero sulla propria panchina. E sarà interessante capire anche chi si iscrive realmente alla corsa e chi poi la spunterà. Lo scrive Luca Marchetti su Tuttomercatoweb

ATTACCO INFLUENZALE PER CHIESA

Trevisani: “Se la Fiorentina è dietro in classifica a Roma e Milan è perché non segna per quanto produce”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio