L’autunno d’oro di Chiesa. Il migliore anche con l’Under 21 nella sfida all’Ungheria vinta 6-2 dagli azzurrini. Chiesa ha messo in mostra tutto il suo repertorio fatto di accelerazioni improvvise, dribbling, assist e tiri imprendibili: nonostante non fosse al meglio ha spaccato la partita sin dalle prime battute, propiziando il gol del vantaggio, procurandosi un rigore e realizzando una doppietta. Una crescita che moltiplica gli interesse e per questo il club viola è obbligato a mettere il riparto il proprio gioiello con un adeguamento dell’ingaggio oltre il milione di euro all’anno. Così scrive il Corriere fiorentino.

Comments

comments