La sconfitta di oggi contro l’Empoli è probabilmente la sconfitta piu brutta e dolorosa della stagione perché rappresentava la gara della svolta, la partita da vincere a tutti i costi per riprendere finalmente il treno dell’Europa League. La Lazio aveva perso, Milan, Inter e Milan pareggiato.

Invece no. La Fiorentina si dimostra ancora una volta una squadra senza nemmeno un minimo di carattere, come al solito, quando c’è da fare risultato, quando c’è la pressione della vittoria, quando abbiamo una grande opportunità, la squadra viola stecca praticamente sempre. È colpa di un gruppo di bravi ragazzi che non conosce la cattiveria agonistica. Già dal primo tempo si vedeva una squadra molla con uno spirito remissivo. Da partita amatoriale.

Poi Sousa e l’arbitro hanno fatto il resto. In fuorigioco il gol dell’Empoli, quello della Fiorentina e soprattutto inventato il rigore dato all’Empoli al 94′. Il tecnico portoghese invece ha masso mani alla squadra quando tutto sembrava andare per il meglio. Tello sulla sinistra era una grande spina del fianco nella difesa dell’Empoli e Chiesa sulla fascia destra creava superiorità e attaccava gli spaz, l’Empoli stava soffrendo e c’era l’impressione di potere fare gol da un momento all’altro. Ma il mago portoghese ha pensato bene di cambiare tutto. Fuori Chiesa, dentro il terzino sinistro Maxi Olivera, con Tello spostato a destra che è tornato ad essere prevedibile e impacciato. A sinistra il giocatore spagnolo trova spazi e soprattutto è molto imprevedibile perché si trova con il piede contrario rispetto al difensore avverato. A tratti praticamente infermabile. Dopo il cambio la Fiorentina ha praticamente smesso di giocare e creare occasioni da gol.

Il disastro è servito. La Fiorentina si dimostra per ciò che è e i tifosi viola non vedono l’ora che finisca questa maledetta stagione. Forza, manca poco.

 

Flavio Ognissanti

Comments

comments