La Fiorentina adesso ci deve credere, la squadra viola si porta a -1 dal Milan e dal sesto posto. Ancora una volta la formazione di Sousa fa bella figura con le grandi protagonisti del campionato. Se non andrà in Europa League non sarà solo colpa di un mercato in autogestione e di una rosa che non è stata potenziata, ma di troppi punti persi per strada contro il quintetto che occupa le ultime posizioni della classifica.

La Fiorentina parte male anche contro una Lazio con soli tre titolari, che domina il primo tempo e sblocca il match con Keita. La svolta con gli ingressi di Kalinic, Tello e Sanchez, ed il passaggio al 3-5-2. Tra la contestazione e i fischi ecco la rimonta, ma neppure una vittoria che riaccende i sogni europei si riesce a trovare pace. Così riporta la Gazzetta dello Sport.

Comments

comments