Adesso i tifosi si sentono di nuovo traditi. E abbandonati. Dopo un’estate turbolenta, eufemismo, la riapertura del caso Donnarumma e le rivelazioni secondo cui il giocatore vorrebbe annullare il contratto e lasciare il Milan, hanno riaperto le cicatrici nella tifoseria rossonera. Dalla Curva Sud, prima della gara di Coppa Italia contro il Verona, sono partiti dei cori contro il portiere. Il messaggio è chiarissimo: “Vattene, pezzo di m…”

Cori ma non solo: prima dell’inizio della partita, in curva è spuntato uno striscione che recita “Violenza morale 6 milioni all’anno e l’ingaggio di un fratello parassita? Ora vattene la pazienza è finita!”.

Le immagini Rai, invece, hanno inquadrato il capitano rossonero Leonardo Bonucci mentre rincuorava Donnarumma in spogliatoio.

Intanto il club manager del Milan (nonché ex portiere dei rossoneri) Christian Abbiati è convinto che Donnarumma “possa restare al Milan per molti anni” nonostante il nuovo fronte aperto sul contratto. “Ha un contratto lungo con noi – ha spiegato Abbiati alla Rai prima della sfida contro il Verona, e prima dei fischi della curva rossonera -, si allena bene e lavora sodo. Sta pensando al Milan e sta cercando di aiutare la squadra a ottenere risultati positivi. Poi probabilmente qualcuno lo contesterà ma il ragazzo è sereno”.

 

Gazzetta.it

Comments

comments