Come riporta La Nazione, una cosa è certa: se Paulo Sousa ha deciso di lasciar fuori Kalinic e c’era ancora mezz’ora di partita da giocare, il problema è serio. Il portoghese a tutto rinuncerebbe meno che al suo centravanti. Sempre. Anche se fosse solo per una manciata di minuti.
Così, ieri pomeriggio quando Kalinic ha dovuto fare spazio a Babacar, il pensiero è andato subito a quello che la Fiorentina avrebbe fatto sapere da lì a poco riguardo l’infortunio del centravanti croato. E le notizie, dopo aver letto il comunicato sulla questione a firma del club viola, non sembrano un granchè positive. Anzi.
«La Fiorentina informa che il calciatore Nikola Kalinic è stato sostituito al termine del primo tempo per blocco lombare a causa di un trauma contusivo. Domani verranno eseguiti gli accertamenti del caso».
Ok, il discorso – quello definitivo – sullo stato di salute dell’attaccante e di conseguenza sui tempi di recupero sarà decisamente più chiaro oggi, ma il problema alla schiena (anche se molto semplicemente di natura «contusiva»), potrebbe convincere il medico a evitare che Nikola vada incontro al rischio di un infortunio più grave e noioso.

Ipotesi numero uno: la botta non ha causato problemi importanti, e di conseguenza Kalinic avrà così bisogno solo di tre, quattro, giorni di riposo prima di riprendere ad allenarsi. Nikola dovrebbe quindi saltare solo la trasferta di domenica a Genova contro la Samp.
Ipotesi numero due: il controllo medico di oggi evidenzia una vera e propria contusione al muscolo lombare (ematoma da riassorbire). Le partite a rischio per Kalinic sarebbero così un paio (oltre a quella contro la Samp, è prevedibile un forfait anche per il match contro l’Empoli, il sabato di Pasqua).

Comments

comments