16 Maggio 2022 · 10:40
21.7 C
Firenze

Il rischio della Fiorentina è quello di “vivacchiare”, questo emerge dalle parole di Commisso

A Firenze si "vivacchia" da troppo tempo, tornano così i fantasmi degli ultimi tempi della gestione Della Valle

Ieri Commisso ha ribadito i concetti già fissati da Daniele Pradè, scrive oggi il Corriere dello Sport. Commisso ha fissato tre punti: non è un fallimento se non arrivano in Europa, non vi aspettate che si spendano soldi perchè il sistema è cambiato, ci sono delle società come Juve, Milan ed Inter che hanno debiti noi invece abbiamo 0 euro di debiti. La Fiorentina sarà questa a meno che non arrivi un’offerta per Chiesa.

Il primo punto non è un fallimento se non arriviamo in Europa, vero, lo sarebbe se finisse nella lotta per la salvezza. Se non è un fallimento è un “vivacchiare”, termine diffuso nella parte finale della gestione Della Valle. Vivacchiare è triste, è un modo anonimo di far parte del campionato. A Firenze stanno vivacchiando da anni.

Il secondo punto non vi aspettate che si spendano soldi. È vero ma Commisso aveva annunciato ben altri obiettivi ed investimenti quando è arrivato a Firenze aveva detto che i soldi non erano un problema.

Il terzo punto è che Inter, Juve, Milan e Roma hanno debiti noi no ma è anche vero che loro giocano le Coppe. Se non c’è investimento non c’è crescita e se non ci sono le coppe gli introiti non aumentano.

TUTTOSPORT, PEZZELLA-MILENKOVIC, LA FIORENTINA SPARA ALTO. CHIESA? L’ALTERNATIVA DEL MILAN È UN OBIETTIVO VIOLA

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO