Francesco “Ciccio” Graziani, campione del mondo 1982 ed in viola dal 1981 al 1983, ha parlato ai microfoni di TuttoMercatoWeb.com: “Se Cannavaro ci crede ancora su Kalinic a mio parere fa due fatiche. Se Kalinic ha detto no, è no. Se poi l’ingaggio dovesse passare da dodici a ventiquattro milioni, forse cambia idea. Ma se succede questo, non credo che Kalinic possa fare una bella figura. La Fiorentina può sentirsi tranquilla viste le parole del calciatore. Cambiare idea a distanza di quindici giorni non sarebbe bello. Poi, nel calcio non si sa mai“.

Prosegue sulla prossima giornata di campionato che vedrà opposte, all’Olimpico, la Roma e la Fiorentina, due squadre alle quali è molto legato: “Credo che la vittoria all’ultimo secondo contro il Pescara abbia portato un’aria nuova a Firenze e anche entusiasmo. Se quella palla non fosse entrata forse era la fine della stagione per la Fiorentina. Adesso invece si può pensare ancora all’Europa League. E con questo morale ritrovato la squadra di Sousa può giocarsi una gran partita contro la Roma. I giallorossi degli ultimi tempi stanno incontrando qualche problema e affrontarli adesso è un po’ più semplice rispetto a due mesi fa. Non credo che si sia rotto qualcosa nella Roma, semplicemente ci sono nel calcio momenti belli e meno belli. Al tempo stesso credo comunque che dopo le prestazioni con Samp e Cesena Spalletti abbia bacchettato la squadra e forse sarà una Roma con un po’ più rabbia”.