Arriva dalla scuderia del potente procuratore Jorge Mendes e questo basterebbe per certificare come sia un talento da tenere sott’occhio. La Fiorentina e Corvino ci credono, a tal punto da aver accettato un prestito biennale con riscatto a 20 milioni di euro. Cifra importante come l’interrogativo: varrà tutti questi soldi alla fine delle due stagioni? Come detto, il direttore generale dell’area tecnica giura sulle sue capacità. Pare essere un predestinato e con la non trascurabile qualità di lavorare con applicazione. Pioli potrebbe essere il maestro giusto per farlo crescere e diventare letale sulla corsia, più concreto di quel Tello che i viola non hanno riscattato in estate.

 

La Nazione

Comments

comments