Gil Dias, esterno offensivo attualmente in prestito alla Fiorentina, ha rilasciato una lunga intervista a Odesportista.net: “Sono molto contento del percorso fatto fin qui. Penso solo al mio futuro e ai sogni che devo realizzare”.

Prosegue sulla sua esperienza al Monaco: “Al Monaco fu tutto molto veloce. Ero andato a giocare a Chaves e al ritorno, dopo una telefonata, ho deciso di fare il grande salto”.

E sul suo approdo a Firenze: “Mi sto adattando bene al club e alla città di Firenze. Sto imparando l’italiano da quando sono qui perché voglio ottenere il meglio dall’Italia. Sono innamorato di Firenze e adoro giocare con la Fiorentina, un club storico con un pubblico impressionante. Non ho mai visto così tanta gente allo stadio“.

Spende alcune parole anche sulla parte tecnica: “Per quanto riguarda la aprte calcistica, mi sto ancora adattando perché è un campionato con difese molto dure che concedono poco spazio. Questo richiede più impegno da parte mia. Ma è questo che mi farà crescere”.

E su un possibile ritorno nel Principato: “Se tornerò al Monaco? So che sarò qui per due stagioni e non penso ad altro per ora. Adoro stare a Firenze e dare il meglio per far parte di un club così speciale”.

Si sofferma anche sul tema della nazionale: “Nazionale? Per ora penso solo a fare del mio meglio nel mio club”.

E conclude con una riflessione personale: “Pressione quando sento i soldi che valgo? No. Già dai tempi di Monaco ho conosciuto grandi giocatori che mi hanno fatto crescere velocentemente. Io continuo ad essere il tranquillo ragazzino di sempre”.

Comments

comments