Fiorentina: ecco perchè Pioli può rappresentare davvero la scelta giusta

I retroscena sulla scelta di Pioli e le caratteristiche che lo rendono la scelta giusta per la panchina della Fiorentina.

0
830
Foto LaPresse/Marco Bucco 22/04/2017 Firenze (Italia) Sport Calcio Fiorentina vs Inter - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2016/2017 - Stadio "Artemio Franchi" Nella foto: l'allenatore dell'Inter Stefano Pioli Photo LaPresse/Marco Bucco April 22, 2017 Florence (Italy) Sport Soccer Fiorentina vs Inter - Italian Football Championship League A TIM 2016/2017 - "Artemio Franchi" Stadium  In the pic: Stefano Pioli, Inter's coach

Stefano Pioli sarà il nuovo allenatore della Fiorentina. Entro la settimana prossima la notizia diventerà ufficiale, ma la scelta è caduta su di lui addirittura dallo scorso Febbraio, e solo quando il filotto di vittorie consecutive all’Inter aveva fatto presagire un’insperata qualificazione in Champions della squadra milanese, con conseguente doverosa riconferma del tecnico sulla panchina nerazzurra, Corvino era tornato su Di Francesco, il quale però restava in attesa della Roma ed avrebbe accettato l’offerta viola (al di là del discorso della clausola rescissoria presente sul suo contratto) soltanto nel caso avesse ricevuto garanzie tecniche importanti e potere anche sul mercato.

Detto questo Stefano Pioli è un buon allenatore, non un fenomeno, ma una persona seria e preparata. Ed analizzando le qualità ed i i difetti principali del suo essere tecnico si può davvero considerare come giusta la scelta fatta dalla Fiorentina.

L’ex allenatore dell’Inter infatti è bravissimo a mettere a proprio agio i suoi giocatori, non avendo assolutamente un modulo preferito o dogmi tattici particolari, ma adattandosi sempre e comunque alle caratteristiche dei calciatori in rosa, di modo da schierarli nei ruoli in cui essi riescono meglio. Tutte qualità che serviranno ad una Fiorentina che sarà rivoluzionata nella rosa e che non potrà comunque comprare nomi altisonanti come molte big.

Il difetto principale invece è la poca personalità nelle situazioni complicate a livello ambientale.

Un paio di esempi per chiarire: il primo anno alla Lazio arrivò terzo, ai danni anche del Napoli, nonostante un monte ingaggi da 6′ posto, perchè la squadra ripartiva da 0, senza particolari pressioni a parte ovviamente quelle fisse dell’ambiente biancoceleste, ed una semplice qualificazione europea (all’Europa League) sarebbe stata salutata come un successo di fronte ai risultati dell’anno precedente. Con intelligenza e scelte tattiche azzeccate Pioli ha condotto invece la Lazio fino al 3′ posto. L’anno dopo però non ce l’ha fatta a ripetersi, perchè in estate non è riuscito ad imporsi nel chiedere a Lotito acquisti importanti e funzionali in vista del preliminare di Champions, poi perso con il Leverkusen, ed in Campionato, di fronte alle pressioni diverse della piazza che dopo un terzo posto e l’eliminazione dai preliminari di Coppa voleva quanto meno ripetersi, La Lazio ha alternato grandi risultati (ricordiamo il successo di San Siro contro l’Inter allora prima in classifica prima della pausa natalizia) a pause preoccupanti, fino all’esonero del tecnico ed all’arrivo di Simone Inzaghi, che però non riuscì comunque a portare la squadra in Europa.

Con l’Inter la stessa cosa: giocando in maniera molto più pratica e consona alle caratteristiche dei giocatori in rosa, ha subito polverizzato la media punti di De Boer con un filotto di vittorie spaventoso, ma una volta uscito dalla lotta per la Champions, non è riuscito a tenere alte le motivazioni di campionissimi che di lottare per l’Europa League non ne avevano per niente voglia. Risultato? Da potenzialmente 4′, l’Inter ha chiuso il Campionato invece al 7′ posto.

Insomma per un anno 0, con una sola gara a settimana da preparare e delle aspettative non elevatissime, Stefano Pioli può essere davvero l’uomo giusto per questa Fiorentina operaia ma magari, chissà, di nuovo protagonista!

Giancarlo Sali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.