Il vicedirettore della Gazzetta dello Sport, Luca Calamai, ha parlato del bilancio approvato dalla Fiorentina a Radio Blu: “Questo bilancio ha una valenza importante, perché il fair play finanziario verrà applicato a tutte le squadre di Serie A, e la Fiorentina è assolutamente in pari. Lo stadio è un segnale importante, ma ancora non siamo alla prima pietra, quindi è un passo importante, ma ancora da confermare. Altro aspetto importante è che la Fiorentina ha sposato in Lega la posizione dei top club, chiedendo la divisione dei diritti tv a seconda del livello delle squadre, quindi vorrà inserirsi nella prima fascia. La Fiorentina poi avrà circa 30 milioni di spese per i riscatti, già questi sono investimenti importanti per il progetto futuro. Il passaggio successivo è blindare Bernardeschi e cercare un allenatore adatto per il progetto. Poi nel caso vengano venduti i giocatori importanti, si dovrà vendere bene e ricomprare meglio, però senza immaginarsi investimenti faraonici, si avrà un mercato “senza austerity”. Il trend è già stato invertito, anche se non se ne è accorto nessuno, perché la gente non si fida più. Ritorno di Salica? Non ho trovato nessuno che non sia innamorato di lui, la coppia Salica-Antognoni credo che sia perfetta. Spero che anche l’ allenatore dovrebbe essere in linea con la simpatia e l’armonia dei tifosi.”

Comments

comments