Questo il commento di Alessandro Rialti su Stadio:

“Enrico, Federico e Lorenzo. La famiglia Chiesa a Firenze sta diventando importante come quella dei Medici. Federico è il primo erede, suo babbo ha giocato con la maglia viola e ha fatto cose eccellenti. Adesso c’è lui, Il Magnifico. La città lo coccola, si rispecchia in lui come avveniva ai tempi di Roberto Baggio. Il suo talento è esagerato, come una pennellata di Raffaello o di Giotto, come il genio di Leonardo. Per il futuro c’è anche Lorenzo, il fratellino che sabato sera faceva il raccattapalle.”