Nella sala stampa del Franchi è stato presentato Eysseric, queste le sue parole:

“E’ stata una trattativa lunga quella con la Fiorentina, ma alla fine mi hanno lasciato andare e sono contento di essere a Firenze

Non lo sapevo di avere la maglia numero dieci, me lo ha Astori detto quando sono arrivato

Ho seguito la partita del Nizza, tutti avrebbero voluto giocare in Champions. Alla fine sono arrivati solo terzi. Ma volevo cambiare aria, la Fiorentina mi voleva e sono contento così.

Mi piace Zidane, lo guardavo quando ero piccolo, ma anche Totti, Del Piero, ma voglio crearmi una mia personalità.

Con Mario Balotelli non abbiamo parlato del campionato, ma mi ha detto che la Fiorentina è una buona squadra e potrò imparare tanto. Mi ha fatto un coro: “Fiorentina, Fiorentina”.

Tatticamente sarà diverso rispetto al Nizza, Pioli mi chiede cose diverse, ma mi lascia tanta libertà. C’è la barriera linguistica, ma spero di imparare presto l’italiano.

Se sono venuto a Firenze è perchè sono convinto che possiamo fare un buon campionato, l’importante è seguire l’allenatore, fare bene e crescere insieme. C’erano altre squadre che mi volevano ma le tengo per me.

Appena arrivato ho trovato molta accoglienza, sia il capitano che gli altri mi hanno accolto bene, anche se non parliam la stessa lingua

Voglio giocare tante partite e non ho preferenze sulla posizione. Spesso gioco dietro la punta, ma ho giocato anche più laterale. Pioli ci lascia tanta libertà, dobbiamo correre tanto.

Il rigore battuto contro la Pistoiese? Me lo ha chiesto sia Pioli e sia Babacar

Comments

comments