Alla Gazzetta dello Sport ha parlato il medico della Fiorentina, dottor Pengue: “C’è un caso di cui andiamo particolarmente fieri: Pezzella ha recuperato in soli 18 giorni da un problema al collaterale di 2°-3° grado. La dieta alimentare? Abbiamo modificato di poco il menù dopo le partite. Carboidrati entro un’ora dalla fine della gara e dopo proteine. Abbiamo inserito anche il sushi, a esempio. In più il cuoco che ci segue in trasferta propone sempre prodotti del territorio. Rispetto alla passata stagione abbiamo inserito trattamenti su organi viscerali e dry-needling che ha dei punti in comune con l’agopuntura. Nella  stagione scorsa i giocatori hanno fatto 2972 sedute di lavoro preventivo individuale. Prendete Federico Chiesa, la sua preparazione estiva non è stata facile ma abbiamo iniziato a lavorare con lui nel ritiro negli Stati Uniti e adesso sta alla grande. L’ultimo arrivato Pedro era stato presentato come un atleta a rischio. Il brasiliano ha subìto una lesione del crociato gestita e poco tempo fa ha avuto una piccola lesione muscolare. Dal punto di vista medico è abile e arruolato”.