L’inaugurazione ci sarà a dicembre, con i primi pezzi che usciranno dalla fabbrica, un’area di 2mila metri quadrati. Al lavoro ci saranno i primi 50 dipendenti, tutti giovani dell’area del terremoto, che stanno già facendo formazione nello stabilimento di Comunanza, pochi chilometri distante da Arquata. Altri 50 dipendenti entreranno nel 2018. C’ è anche il progetto di un successivo ampliamento. «Questa fabbrica è la prova che si può fare, si può investire in questa zona. La gente sta dimostrando grande dignità, vuole lavorare», ha detto Diego Della Valle, in una conferenza stampa tenuta proprio all’interno del nuovo stabilimento.

Parole riprese dal commissario alla ricostruzione Vasco Errani, che ha partecipato all’incontro insieme al sindaco di Arquata, Aleandro Petrucci, e al presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli. «Lo Stato ha messo a disposizione incentivi, zone franche, che consentono di avere un affiancamento reale. La fabbrica di Della Valle sia un esempio per avere altre scelte di questo tipo», ha commentato Errani. In questo caso, hanno convenuto, la collaborazione pubblico privato ha funzionato.

«Ci sono ritardi, la politica faccia il proprio mestiere di sistemare questi territori , ma anche gli imprenditori non possono sottrarsi e devono portare lavoro», ha aggiunto Della Valle, che per questo stabilimento sta investendo 5 milioni di euro e non esclude di spenderne altrettanti per progetti futuri di ampliamenti.

Gli amministratori pubblici hanno sottolineato l’impegno di Mister Tod’s, che ha sollecitato i suoi colleghi imprenditori ad investire in questa zona per far recuperare fiducia e futuro a chi ha subito il terremoto. «Vogliamo dimostrare al mondo dell’Italia che produce che qui si può investire, molte decine di imprese potrebbero venire qui per dare occupazione – ha continuato Della Valle – sarebbe una prova importante anche nei confronti degli altri Paesi, possiamo dare la prova che siamo spesso migliori di come veniamo raccontati».

Ilsole24ore.it

Comments

comments