Il direttore generale dell’area tecnica della Fiorentina, Pantaleo Corvino, era presente alla Casa Circondariale di Sollicciano. Queste le dichiarazioni rilasciate al termine dell’evento di questa mattina: “La Fiorentina è sempre stata sensibile verso chi è in difficoltà, siamo contenti di essere qui”.

Prosegue sulla vittoria contro la Sampdoria: “Quello di ieri è stato il quinto risultato utile consecutivo, aver superato il turno davanti alla nostra gente contro una squadra come la Sampdoria è stato bello. Spero possano arrivare altre gioie, sarà una stagione nel corso della quale capiremo quanto siano forti le fondamenta da noi messe”.

E su quello che potrebbe essere il prossimo avversario nei quarti di finale di Coppa Italia: “Lazio-Cittadella? Se ci sarà tempo la guarderò”.

Spende alcune parole anche per la proprietà: “Ieri ho sentito Andrea Della Valle, come spesso mi succede anche con Diego. Anche se non è presente fisicamente, lo avvertiamo. Voleva sapere come era andata la festa del settore giovanile, che è molto importante per noi”.

E conclude con un pensiero su Veretout: “Veretout? Chi gioca ha la possibilità di mettere in evidenza le proprie qualità, e lui per me era un calciatore dalle doti giù affermate”.

E con un pensiero personale: “Mi fa piacere che voi scopriate le potenzialità di questi ragazzi: il nostro compito è quello di farvi innamorare“.

Comments

comments