Questo l’articolo stilato da il Corriere Della Sera:

È stata la miglior Roma della stagione e una prova del genere serviva proprio, dopo la sconfitta contro la Sampdoria a Marassi e la vittoria poco convincente in Coppa Italia contro il Cesena. Merito dei giallorossi e, naturalmente, demerito della Fiorentina. In particolare della presunzione del suo allenatore, Paulo Sousa, che ha schierato Sanchez (colpevole su tutti i gol) tra i tre difensori centrali. Da un po’ di tempo è venuta la moda di mettere un centrocampista nella linea, “per far ripartire meglio l’azione”. Qualcosa di simile — con Vermaelen al posto di Manolas — lo aveva fatto anche Spalletti contro la Samp e la Roma aveva preso tre gol. Ripristinata la regola — i due feroci marcatori Manolas e Ruediger a proteggere Fazio — la Roma ha chiuso con la porta inviolata e con Szczesny da «senza voto». Bernardeschi e Borja Valero, fino a quando la gara è stata giocata in punta di fioretto, cioè fino al 25’, hanno avuto la meglio. Ma appena si è alzato il livello di fisicità, la Roma ha dominato la gara. La Fiorentina ha provato a fare la Roma senza averne la forza fisica e con molta esperienza internazionale in meno. Nell’occasione ha fatto la figura del vorrei ma non posso…

Comments

comments