L’ex centrocampista viola Sandro Cois ha parlato al sito Laziopress.it, inviata della prossima gara tra gigliati e capitolini: “I toscani hanno cambiato molto, diversi giocatori non erano presenti al ritiro estivo con la squadra. Quindi, diventa difficile amalgamare il tutto e dare una certa continuità. Ora però, questo discorso inizia a non reggere più, siamo a fine novembre. La Fiorentina continua a non trovare continuità. Inoltre, non ha grandissimi giocatori e ha perso tant grandi giocatori. Soprattutto, non ha riserve importanti. Si è visto domenica a Ferrara, quando non hai Badelj vai in difficoltà”.

“Chiesa il vero trascinatore? Chiesa è l’immagine contraria di quello che si è sempre detto in questi anni, ovvero che i giocatori stranieri hanno più fame lui. Lui, invece, è il contrario di tutto. E’ arrivato in Serie A con tanti sacrifici pur avendo alle spalle nessun tipo di problema. Suo padre è stato un grande campione. Mi chiedo come mai non sia stato convocato in Nazionale per le due gare contro la Svezia. Lui si allena sempre bene, ha uno stile di vita sano, è un esempio da seguire La Fiorentina, infatti, deve realizzare una squadra all’altezza di Chiesa altrimenti rischia di perderlo seriamente. E’ il giocatore più rappresentativo in assoluto. Cosa manca a Pioli? E’ uno molto pignolo negli allenamenti, particolarmente preciso, è capace di trasmettere le sue idee a tutti. Tuttavia, non ha dei grandi giocatori a disposizione. Quando hai una buona punta che ti garantisce dai quindici ai trenta gol a stagione diventa tutto più facile chiaramente”

Comments

comments