21 Ottobre 2021 · 10:13
14.8 C
Firenze

Cecchi: “Torniamo a sognare, finito il calcio pane e cipolle di Iachini. Dobbiamo chiedere scusa a Prade”

Le parole di Stefano Cecchi ai microfoni di Radio Bruno

Stefano Cecchi, giornalista de La Nazione, è intervenuto ai microfoni del Pentasport, trasmissione di Radio Bruno, per parlare del momento di forma della Fiorentina. Ecco le sue parole:

“Lasciamo da parte i piedi per terra, il tifoso deve volare adesso e oggi voglio pensare che la Fiorentina è talmente splendente che non deve porsi obiettivi e non avere limiti. Italiano ha anche fortuna ma se la sta meritando, chiunque quando si è fatto male Nico Gonzalez avrebbe pensato di inserire Sottil e invece ha avuto ragione mettendo Saponara. Rischio di perdere un tecnico ambizioso? Godiamocela, non so quanto resterà ma non voglio pensare al domani e aver paura di sognare”.

SOTTIL “Nel calcio collettivo di Italiano forse Saponara è più integrato, il ragazzo ad oggi ancora troppo anarchico”.

INTER “Siamo affascinati da questa nuova idea perché volevamo dimenticare il calcio “pane e cipolle” di Iachini, e finalmente martedì potremo tornare a cantare “il pallone è quello bianco”: pur avendo una squadra più debole, domani con l’Inter torneremo a giocarcela”.

PRADE “Credo che tutti dobbiamo cospargerci il capo di cenere, a partire da Daniele Pradè che in questi anni si è preso tante critiche e zero meriti. Quando la Fiorentina andava male, lui andava davanti alle tv a metterci la faccia e ora a prendersi gli applausi ci va Barone“.

LEGGI ANCHE:

COMMISSO: “FIORENTINA PAGA REGOLARE E RISPETTA INDICE DI LIQUIDITÀ, AL CONTRARIO DI INTER E JUVENTUS”

Commisso: “Fiorentina paga regolare e rispetta indice di liquidità, al contrario di Inter e Juventus”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO