L’ex presidente della Fiorentina, Vittorio Cecchi Gori, è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “Avevate me, mi hanno voluto per forza buttare fuori, a che cosa credete voi? Il calcio è come la politica, è meglio starne lontani. E’ stato un grande errore ciò che è accaduto a suo tempo, non un torto a me, ma alla Fiorentina e a Firenze”.

Prosegue sui Della Valle: “I Della Valle hanno preso la Fiorentina gratis, mio padre l’ha pagata. Ogni volta sento parlare di cifre iperboliche per la vendita… Sento grandi cifre, ma chi ha preso la Fiorentina ci ha solo guadagnato fino ad oggi”.

E sulla sua situazione personale: “Io ho ancora delle pendenze con la FIGC, ho incontrato Tavecchio, vediamoci di trovare soluzioni. Io devo avere dei soldi per quella situazione, per quei torti. Ma non voglio una lira, se dovessimo avere qualche soldo andranno solo alla Fiorentina”.

Spende alcune parole anche sul ritorno in società di Giancarlo Antognoni: “Speriamo che ci sia un presidente tifosi per la Fiorentina. Giancarlo è la continuità, è la garanzia, è la vera bandiera della Fiorentina. Deve essere lui il punto di riferimento per il futuro. Magari attraverso lui potrebbe arrivare qualcuno, non lo so”.

E conclude con un pensiero sul suo rapporto con la città: “Ho tanti amici a Firenze, ci verrò a Firenze, a portare un fiore a mio padre e mia madre, speriamo bene per la Fiorentina, io ci ho sempre messo il cuore”.

Comments

comments