Niccolò Ceccarini, giornalista fiorentino esperto di calciomercato e riferimento di Sport Mediaset ha parlato a Radio Blu della squadra viola, queste le sue parole:

“Nonostante non ci sia un andamento di primo livello ma la Fiorentina può tranquillamente entrare nelle prime sei in campionato. È il 4-2-3-1 il modulo da adottare da qui a fine campionato, con Jovetic a sinistra, Ilicic centrale, Bernardeschi a destra e Kalinic davanti sarebbe perfetto per comporre una grande linea offensiva. A centrocampo però servirebbero giocatori non solo di qualità ma anche quantità.

Un altro nome in uscita e perfetto per il 4-2-3-1 sarebbe Iturbe ma parliamo solo di sogni, in questo momento non c’è nulla. All’inizio la Fiorentina giocava con Borja Valero trequartista quindi in tanti sono rimasti fuori. Ora invece stanno trovando spazio un pò tutti gli uomini d’attacco. Babacar resterà alla Fiorentina, il suo rapporto con Sousa è molto migliorato e poi è l’unica vera alternativa a Kalinic, chi potrebbe davvero partire è Zarate.

A gennaio non uscirà nessun giocatore importante della rosa viola, la situazione più complicata è quella di Badelj che ha il contratto in scadenza nel 2018. Se si continua con il 4-2-3-1 quattro centrocampisti sono sufficienti, e con un’offerta da 15 milioni le cose potrebbero tornare in discussione. Kalinic resta anche perché il Napoli ha ormai virato su altri obiettivi.

Adesso Corvino vuole chiudere per i rinnovi di Ilicic e Gonzalo Rodriguez. Schone? La verità è che è stato proposto un paio di anni fa, è un buon giocatore ma non so quanto possa servire a Corvino e alla Fiorentina di fare un investimento su di lui” conclude Ceccarini.

Comments

comments