Enzo Bucchioni è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “Sono allibito dalla prestazione della squadra, ma non sorpreso. Non pensavo si potesse cadere così in basso ma che il gruppo sia di livello modesto lo dico da inizio stagione”.

Prosegue su Corvino: “Me ne frego se Corvino non mi saluta più, ha speso 100 milioni per una squadra che fatica a rimanere nella parte sinistra della classifica. Ci sono giocatori imbarazzanti, alcuni reduci da delle retrocessioni con le squadre precedenti. Corvino ha comprato 12-13 giocatori l’ultima estate e tra questi ce ne saranno 3 che si salvano, questo è il problema.

E sugli obiettivi: “Obiettivo salvezza? Non credo che salvarsi sarà un problema, mentre è il futuro che mi fa paura. Mi vengono i brividi quando sento Corvino parlare di Champions League… È sempre troppo tardi per mordersi la lingua. Come fa i dire certe cose? Stai zitto, no? Servirebbero altri 100 milioni da far spendere ad un dirigente che non è Corvino e una cifra del genere non verrà messa la prossima estate. I soldi c’erano l’estate scorsa, ma sono stati spesi per dei bidoni. Ora te li tieni perché nessuno li vuole, neanche quelli comprati nell’estate del 2016. La situazione è molto grave. L’unico modo per avere liquidità a da investire nel prossimo mercato è vendere Chiesa, ma poi? I Della Valle i soldi non ce li mettono”.

Conclude con il rapporto, ormai sempre più deteriorato, fra la proprietà ed i tifosi: “Rapporto con la tifoseria? Sono amareggiato perché in società hanno preso il sopravvento i falchi, quelli che fanno capo a Corvino. Mentre chi portava avanti la linea di una diplomazia giusta, che forse fanno capo a Salica, sono usciti sconfitti. L’atteggiamento tenuto dalla società in settimana mi sembra a dir poco imbarazzante. La censura e il MinCulPop non esistono più da anni, non li possiamo riesumare a Firenze. C’è bisogno di diplomazia e intelligenza, non di muro contro muro. Purtroppo, invece, c’è chi li fa con tutti: giocatori, procuratori e ambiente. Non so se i Della Valle siano completamente informati di ciò che succede. Se non lo fossero, sarebbe bene che venissero a Firenze per vedere di persona i danni che qualche manager sta facendo”.

Comments

comments