Enzo Bucchioni è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno toccando alcuni temi piuttosto caldi in casa Fiorentina: “La Sampdoria adesso è un avversario difficile da affrontare, con giocatori in forma”.

Prosegue sulla presunta offerta avanzata dalla Fiorentina per il giovane talento della Samp, Patrik Schick: “Muriel si poteva prendere con 18 milioni, la Fiorentina ha rilanciato su Schick. Poi alla fine Kalinic è rimasto e non se ne è fatto di nulla”.

Spende alcune parole anche su Marco Giampaolo: “Giampaolo? Il fatto di non essere un personaggio, di non bucare lo schermo, oggi lo paghi. Tutti gli addetti ai lavori però dicono che sia un ottimo allenatore, avrebbe meritato una grande. Credo che ritenga la piazza di Firenze complicata. Per questo immagino che abbia scelto di restare alla Sampdoria, per farsi le spalle ancora più robuste”.

Si sofferma inoltre anche sul futuro di alcuni degli elementi fondamentali della squadra di Sousa: “Sanchez? Tutto dipende dall’allenatore che verrà. In un centrocampo che deve impostare si trova male, ma in una squadra che gioca in un modo diverso le cose cambiano”.

Bernardeschi? Questo silenzio non porta niente di buono. La Fiorentina ha fatto filtrare di aver proposto un’offerta da 2 milioni più bonus per altri tre anni. Non c’è stata una risposta entusiasta, immagino che si stiano guardando intorno il giocatore e l’agente. Qui, al di là dei soldi, si tratta di capire se vuole restare a Firenze o meno. La Juventus per quello che so io è la squadra che più spinge per prenderlo. Servirebbe un gesto d’amore straordinario per fargli dire di no alle offerte delle big europee. Lo scalino tra la Fiorentina e questo tipo di squadre c’è. Basterà il cuore? Secondo me no. E non perché è Bernardeschi ad essere così, ma perché non basta più a nessuno”.

Comments

comments