29 Settembre 2020 · 18:49
21.8 C
Firenze

Bernardeschi: “La partita più emozionante della mia vita è stata Fiorentina-Liverpool, mi è rimasta dentro”

Federico Bernardeschi ha parlato ai ragazzi dell’Istituto Lagrange di Milano in occasione dell’evento NikexSchool e ha parlato di vari temi legati ai suoi genitori, alla privacy e anche al calcio. Ecco le sue parole riprese da TMW:

“L’obiettivo è che mia figlia mi guardi come io ho guardato i miei genitori, loro sono una parte fondamentale nel nostro percorso e ci trasmettono valori e principi sani. Purtroppo non tutti sono fortunati ad averli: a qualcuno sono mancati da giovani e non hanno questa fortuna. Io ho avuto questa disponibilità e credo che i genitori debbano avere un ruolo fondamentale nella crescita dei principi sani dei figli. Questo al giorno d’oggi sta mancando e mi dispiace per come si stanno evolvendo determinate situazioni”, ha detto l’attaccante bianconero riferendosi ai valori che gli hanno trasmesso i suoi genitori.

Il valore dei sogni: “È importante comprendere una cosa fondamentale: il percorso di ogni persona è unico, così come i sogni di ciascuno di noi. Questo si è perso oggi giorno, esistono personaggi nel mondo digital che suscitano grande attenzione, e si guardano quei personaggi cercando di emularli: se non si arriva lì, allora si sente di aver fallito. Non è così. Ognuno deve coltivare i propri sogni e intraprendere la propria strada. Essere se stessi è la cosa migliore che ci sia al mondo e dobbiamo trasmettere ciò. Il successo non è essere uguali a qualcuno, ma essere il meglio di noi stessi. Il calcio è un gioco di squadra. Quando ti viene richiesto di fare un passo indietro per il bene comune, un giocatore deve farlo. Umiltà e abnegazione al primo posto, nello spogliatoio si percepisce e fa piacere a tutto l’ambiente. Naturalmente anche un calciatore ha bisogno di sentirsi protetto e nelle condizioni migliori per fare bene”.

Sogni da bambino: “Fin da piccolo ho fatto molte volte il raccattapalle a Firenze. Ho avuto la possibilità di andare in campo in diverse occasioni. La partita che mi ha emozionato di più è stata Fiorentina-Liverpool in Champions League: l’atmosfera della Champions era speciale, mi rimase dentro questa cosa e la sera, a casa, qualche pensiero ce l’ho fatto. La crescita? Coloro che attraversano una fase di crescita hanno bisogno di persone che comprendano e capiscano i loro sogni. È fondamentale. Tra genitori e figli deve esserci un 50 e 50: venirsi incontro, e parlo da genitore. Quando mi immagino mia figlia grande, saranno cambiate tantissime cose e dovrò essere bravo ad andarle incontro, sapendo trasmettere valori sani e puliti per farla progredire nella vita. A questa età si cade in cose banali e stupide. A quei ragazzi che credono nelle loro capacità dico di non mollare assolutamente. Credere nei propri sogni. Metterci tutto”.

Tuttojuve.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

TMW, Pezzella, per ora niente rinnovo con la Fiorentina. C’è il Milan, ma i viola chiedono 15 milioni

German Pezzella e il rinnovo del contratto con la Fiorentina. In questo momento non c'è alcuna trattativa in corso tra la dirigenza viola e...

La Juventus studia l’offerta per Chiesa: 10 milioni quest’anno, 10 milioni il prossimo, 40 milioni fra due anni

"Vedremo, l'ultima settimana di mercato tutto può succedere". Parlava così il presidente della Fiorentina Rocco Commisso nella serata di sabato. Il riferimento era a questa settimana,...

CALENDARIO